Gli Standard

Commento ufficiale allo Standard morfologico e funzione

Siete giunti nella pagina più tecnica del nostro sito; lo standard adottato dai paesi “latini” (più preciso e dettagliato rispetto a quello anglosassone) descrive il concetto di bellezza funzionale al quale qualsiasia razza che abbia una funzione lavorativa deve attenersi (e a questo dogma non deve sottrarsi neanchè setter inglese). Di seguito vengono descritte le regioni anatomiche della razza; i paragrafi sono estrapolati dal commento ufficiale allo standard di Caielli, Solaro e Colombo. Nella pagina dedicata alla filosofia cercheremo di spiegare il significato delle principali aree morfologiche (anche con l’ausiglio di disegni esemplificativi) e faremo il raffronto critico con la realtà attuale nella quale, per opportunismo, spesso si ignora la reale struttura morfo-funzionale della razza. Le illustrazioni utilizzate per presentare e commentare lo standard sono state tratte dal libro “I setter” edito dalla Mursia e realizzato da Mauro De Cillis.